ENIT
Iscriviti
Accedi

Ribbon Clothing

Fondato nel 2011
View all details
Genere
Uomo
Tipologia di brand
Contemporary
Brand specializzato in
Abbigliamento total look
Denim
Made In
Made in Italy
Categorie speciali per brand
New talents
Storia e Filosofia
Read the story

Ribbon Clothing, un brand italiano in ascesa, che fonde lo stile nord-europeo e giapponese, rivisitandoli attraverso un gusto tutto italiano e una manifattura 'handmade' in Italy di alto livello.

Ribbon Clothing nasce a Venezia da un’idea del designer Alfred Nastro nel 2011 e mette insieme la passione infinita per l'artigianalità con la concretezza del miglior prodotto.

L'obiettivo del brand è quello di produrre abbigliamento e calzature di assoluta qualità rigorosamente Handmade in Italy. 

La prerogativa del brand è essenzialità con tagli decisi; modelli ispirati allo stile nord europeo e giapponese reinventati con un gusto tipicamente italiano. Tutti i prodotti sono creati, tagliati e confezionati da esperti artigiani nelle sedi di Treviso e di Verona usando i migliori materiali premium, come il denim Kurabo giapponese, lana e cotoni italiani.

Nel 2014 l’azienda ha lanciato un progetto di calzature di alta qualità realizzate artigianalmente, con l'obiettivo di rafforzare ulteriormente l'identità e la forza del marchio Ribbon

L'intervista
La parola ai protagonisti

Buon giorno Alfred! Quando nasce Ribbon? Raccontami l’intuizione che ti ha portato alla scelta di lanciare il marchio.

Ribbon è un progetto che nasce nell’inverno del 2011 da una mia idea. Volevo creare qualcosa che non si era ancora visto; un brand sartoriale che venisse vissuto a 360 gradi, che diventasse un vero e proprio lifestyle. Ho rivisitato modelli che hanno fatto la storia della moda uomo e li ho realizzati con materiali di primissima qualità, come le tele giapponesi. Mi piace pensare che i miei capi vengano non solo indossati, ma vissuti a tal punto da avere una storia da raccontare.

Qual è il cliente ideale dei vostri prodotti?
L’uomo che sceglie Ribbon ama l’essenzialità dell’abbinamento, pantaloni del miglior denim, camicia destroyed e giacca con ispirazione al mondo workwear reinterpretata in chiave sartoriale; vestiamo un gentleman moderno che predilige i colori  tenui ed eleganti come il bianco, il beige, il marrone Cognac, oppure toni senza tempo come il celeste e il blue jeans.

Cos’è che rende unico e distinguibile, a suo modo, Ribbon?
Ribbon ad oggi è conosciuto soprattutto per la qualità del nostro denimimportato dal Giappone,...

Buon giorno Alfred! Quando nasce Ribbon? Raccontami l’intuizione che ti ha portato alla scelta di lanciare il marchio.

Ribbon è un progetto che nasce nell’inverno del 2011 da una mia idea. Volevo creare qualcosa che non si era ancora visto; un brand sartoriale che venisse vissuto a 360 gradi, che diventasse un vero e proprio lifestyle. Ho rivisitato modelli che hanno fatto la storia della moda uomo e li ho realizzati con materiali di primissima qualità, come le tele giapponesi. Mi piace pensare che i miei capi vengano non solo indossati, ma vissuti a tal punto da avere una storia da raccontare.

Qual è il cliente ideale dei vostri prodotti?
L’uomo che sceglie Ribbon ama l’essenzialità dell’abbinamento, pantaloni del miglior denim, camicia destroyed e giacca con ispirazione al mondo workwear reinterpretata in chiave sartoriale; vestiamo un gentleman moderno che predilige i colori  tenui ed eleganti come il bianco, il beige, il marrone Cognac, oppure toni senza tempo come il celeste e il blue jeans.

Cos’è che rende unico e distinguibile, a suo modo, Ribbon?
Ribbon ad oggi è conosciuto soprattutto per la qualità del nostro denimimportato dal Giappone, viene tagliato e lavorato da mani esperte di artigiani veneziani. Modelli nostalgici che vengono rivisitati per rendere ogni capo attuale, ma lasciando quel sapore heritage che tanto ci piace. La scelta di specializzarci nel denim, è dettata dalla passione per questo materiale: le tele jeans più sono consumate da chi le indossa e più acquistano valore e fascino.

In cosa troviamo il made in italy e da dove trai ispirazione per le tue collezioni?
Prendendo in mano un capo della collezione RIBBON, si nota subito la qualità del made in Italy. Lo si percepisce dalla cura dei dettagli: salta all’occhio la qualità del nostro confezionamento, la rifinitura delle cuciture (alcune di queste realizzate a mano) e la particolarità dei bottoni martellati. Sono convinto che l’abbigliamento è un mezzo di comunicazione straordinario! Per questo motivo, avendo la possibilità e la necessità lavorativa di viaggiare spesso, adoro fermarmi ad osservare le persone. Ognuno ha il proprio stile, ognuno ha una storia da raccontare; è cosi che mi faccio ispirare.

Quali sono i principali paesi dove vendete oltre all’Italia?
Il brand RIBBON è presente in Europa con alcuni clienti di livello, ma il vero obiettivo del marchio è quello di affacciarsi con convinzione ai nuovi mercati esteri; soprattutto nord europei e asiatici. Per questo motivo, abbiamo presentato la nuova collezione al White di Milano e al Premium di Berlino; quest’ultima ad oggi, secondo me, una delle migliori fiere di settore al mondo.

Ci segnali alcune boutique dove trovare il vostro brand di cui sei particolarmente orgoglioso?
Il marchio RIBBON lo si può trovare in boutique come Magenta Homme a Brescia, Clan a Milano, Rione Fontana a Treviso, Mestre e Montebelluna, Zo et Lo a Venezia e molti altri punti vendita selezionati che credono fortemente nel progetto. La lista dei nostri rivenditori la si può trovare all’interno del nostro sito www.ribbonclothing.it

Qual è la vostra strategia di comunicazione per far percepire il valore e la differenza del vostro prodotto?
Sono sempre stato dell’idea che la migliore comunicazione siano i clienti stessi che scelgono e vivono i nostri prodotti tutti i giorni. Per questo, cerchiamo di trasmettere loro, la nostra infinita passione per questo lavoro tramite la manifattura dei nostri capi. Per quanto riguarda le campagne di comunicazione pura, siamo molto attivi sui social; la nostra pagina instagram @ribbonclothing è aggiornata tutti i giorni con filosofia del marchio, lifestyle, prodotti nuovi o iconici.

Se volessi aprire i tuoi primi due negozi monomarca, in Italia e all’estero: quali due città sceglieresti e perchè?
Se dovessi scegliere dove aprire il mio primo flagship store, sicuramente sceglierei la mia città: Treviso. Rappresenta il luogo più importante per me: è la città dove vivo e nella quale è nato il progetto RIBBON. Anche Milano è uno dei miei obiettivi.
Per quanto riguarda l’estero, vorrei che il primo monomarca venisse aperto ad Amsterdam o a Berlino; entrambe sono città di respiro internazionale e rispecchiano appieno la nostra identità.

Vedi tutto
Vedi meno
Instagram feed
Latest pictures
Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito: leggi la Politica Cookie.